San Pietro in Vincoli - Dietro le forme oltre i colori

e-bag realizza, per la società Land, gli ambienti 3D, realtà aumentata e realtà virtuale nell’ambito del progetto “Dietro le forme, oltre i colori”, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale di Roma, che consente di esplorare virtualmente  la Basilica di San Pietro in Vincoli, anche negli ambienti non aperti al pubblico.

La basilica nasce tra la fine del IV e l’inizio del V secolo d.C., quando al Colosseo si tengono gli ultimi giochi gladiatori e sono ancora in funzione le vicine terme di Traiano, in una Roma di età classica ancora sostanzialmente intatta. Quindici secoli di vita ininterrotta e di trasformazioni hanno lasciato segni preziosi in un complesso che rischia di essere considerato dai visitatori solo il contenitore del Mosè di Michelangelo. 

L’app  si propone come una guida evoluta, focalizzata su trenta punti d’interesse offerti su una pianta georeferenziata della chiesa: dalle più importanti opere d’arte alle iscrizioni di cui San Pietro in Vincoli è ricca. Vera mappa per scoprire le vicende millenarie della Basilica, le epigrafi costituiscono l’elemento più trascurato dai visitatori, a san Pietro in Vincoli come in ogni altro luogo di culto. Al tempo stesso, le iscrizioni in latino possono costituire finestre sul passato e sulle infinite storie di cui la chiesa ha rappresentato per secoli il perno.